BUONO A SAPERSI ARCHIVIO ARTICOLI LEGGI e REGOLAMENTAZIONE SENTENZE LINK UTILI HOME
Percorso: Home > Articoli > Modifiche ed integrazioni al codice della strada Art. 2

Modifiche ed integrazioni al codice della strada

Articolo 1

Articolo 2

Articolo 3

Articolo 4

Articolo 5

Articolo 6

Articolo 7

Articolo 8

DECRETO-LEGGE 27 giugno 2003, n.151

Modifiche ed integrazioni al codice della strada - Art. 2

(GU n. 149 del 30-6-2003)

Art. 2.

Modifiche alle norme inerenti la guida dei veicoli

1. All'articolo 116 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:   

a) al  comma  8 nel primo periodo la parola: «motocarrozzetta» e' sostituita  dalle  seguenti: «tricicli, quadricicli»; il secondo e il terzo periodo sono soppressi;    

b) dopo il comma 8, e' inserito il seguente:     «8-bis. Il certificato di cui al comma 8 puo' essere rilasciato a mutilati  o  a  minorati  fisici  che siano in possesso di patente di categoria  B,  C  e D speciale e siano stati riconosciuti idonei alla conduzione di taxi e di autovetture adibite a noleggio, con specifica certificazione  rilasciata  dalla  commissione  medica locale in base alle  indicazioni fornite dal comitato tecnico, a norma dell'articolo 119, comma 10, lettera c).».  

2.  Il  comma 6 dell'articolo 119 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, e' sostituito dal seguente:   «6.  I provvedimenti di sospensione e revoca della patente di guida emanati  dagli  uffici  del  Dipartimento per i trasporti terrestri a norma  dell'articolo  129, comma 2, e dell'articolo 130, comma 1, nei casi  in  cui  sia  accertato  il  difetto con carattere temporaneo o permanente  dei  requisiti  fisici  e  psichici prescritti, sono atti definitivi.».  

3. All'articolo 125 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:    

a) dopo il comma 1 e' inserito il seguente:     «1-bis.  Le  patenti  di guida delle categorie A, A limitata alla guida  di motocicli di cilindrata non superiore a 125 cc e di potenza massima  non  superiore  a 11 Kw, B, C e D, comprese quelle speciali, sono  valide  per  la  guida  dei veicoli per i quali e' richiesto il certificato di idoneita' alla guida di cui all'articolo 116.»;    

b) al  comma  3  le  parole:  «Chiunque,  munito  di  patente  di categoria  B,  C  o  D  guida  un  autoveicolo» sono sostituite dalle seguenti:  «Chiunque,  munito  di  patente di categoria A, A limitata alla  guida  di  motocicli  di cilindrata non superiore a 125 cc e di potenza massima non superiore a 11 Kw, B, C o D, guida un veicolo».  

4. All'articolo 126 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:    

a) al   comma   4   nel   primo   periodo,  le  parole:  «di  cui all'articolo 116,  comma  8,» sono sostituite dalle seguenti: «di cui all'articolo 116, commi 8 e 8-bis,»;    

b) dopo il comma 5 e' inserito il seguente:     «5-bis.  Per  i  cittadini  italiani  residenti o dimoranti in un Paese non comunitario per un periodo di almeno sei mesi, la validita' della  patente  e'  altresi'  confermata,  tranne per i casi previsti nell'articolo    119,    commi    2-bis    e   4,   dalle   Autorita' diplomatico-consolari  italiane  presenti  nei  Paesi  medesimi,  che rilasciano   una  specifica  attestazione,  previo  accertamento  dei requisiti  psichici  e  fisici  da  parte  di  medici fiduciari delle ambasciate  o dei consolati italiani, temporaneamente sostitutiva del tagliando di convalida di cui al comma 5 per il periodo di permanenza all'estero;  riacquisita  la  residenza  o  la  dimora  in Italia, il cittadino dovra' confermare la patente ai sensi del comma 5.»;    

c) al  comma  7  il  secondo  e terzo periodo sono sostituiti dal seguente:   «Alla  violazione  consegue  la  sanzione  amministrativa accessoria  del  ritiro  della  patente, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI.».  

5.  Il  comma 4 dell'articolo 129 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, e' sostituito dal seguente:   «4. Il provvedimento di sospensione della patente di cui al comma 2 e' atto definitivo.».  

6.  Dopo  il  comma  2  dell'articolo  130  del decreto legislativo 30 aprile  1992,  n.  285, e successive modificazioni, e' inserito il seguente:   «2-bis.  Il provvedimento di revoca della patente disposto ai sensi del  comma  1  nell'ipotesi  in cui risulti la perdita, con carattere permanente,  dei  requisiti  psichici  e  fisici  prescritti, e' atto definitivo.  Negli altri casi di revoca di cui al comma 1, e' ammesso ricorso   al  Ministro  delle  infrastrutture  e  dei  trasporti.  Il provvedimento   del  Ministro  e'  comunicato  all'interessato  e  ai competenti  uffici  del  Dipartimento  dei trasporti terrestri. Se il ricorso e' accolto, la patente e' restituita all'interessato.».  

7. All'articolo 134 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:    

a) dopo il comma 1 e' inserito il seguente:     «1-bis.   Al  di  fuori  dei  casi  previsti  dal  comma  1,  gli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi immatricolati in uno Stato estero o acquistati in Italia ed appartenenti a cittadini italiani residenti all'estero  ed  iscritti  all'Anagrafe  italiani residenti all'estero (A.I.R.E.) e gli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi immatricolati in uno  Stato dell'Unione europea o acquistati in Italia ed appartenenti a cittadini comunitari che abbiano, comunque, un rapporto stabile con il  territorio  italiano, sono immatricolati, a richiesta, secondo le norme   previste  dall'articolo  93,  a  condizione  che  al  momento dell'immatricolazione  l'intestatario  dichiari  un  domicilio legale presso una persona fisica residente in Italia.»;    

b) al  comma  2  e'  aggiunto,  in fine, il seguente periodo: «La sanzione    accessoria   non   si   applica   qualora   al   veicolo, successivamente   all'accertamento,  venga  rilasciata  la  carta  di circolazione, ai sensi dell'articolo 93.».

Assicurazione-auto.info ed il suo contenuto sono di esclusiva proprietà degli autori. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione, compresa la grafica e il layout.