BUONO A SAPERSI ARCHIVIO ARTICOLI LEGGI e REGOLAMENTI SENTENZE LINK UTILI HOME
Percorso: Home > Buono a sapersi > R.C. auto: la procedura ordinaria di risarcimento del danno

R.C. auto: la procedura ordinaria di risarcimento del danno

Se per qualsiasi motivo non può essere applicata la procedura CID, allora si applica la seguente procedura:

A. Il danneggiato:

• invia all'assicuratore dell'altro veicolo e, per conoscenza, al proprietario dello stesso la richiesta di risarcimento dei danni subiti, mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno;

• per i danni a cose la raccomandata deve:
1. avere in allegato una copia del modulo blu o, in mancanza, una descrizione del sinistro;
2. indicare il luogo e i tempi utili in cui le cose sono a disposizione dell'assicuratore per la perizia dei danni (almeno 8 giorni lavorativi successivi a quello del ricevimento della raccomandata, nei normali orari di lavoro).

• per i danni alla persona la raccomandata deve:
1. avere in allegato una copia del modulo blu o, in mancanza, una descrizione del sinistro;
2. indicare i dati relativi all'età, all'attività del danneggiato, al suo reddito, all'entità delle lesioni subite e contenere in allegato l'attestazione medica comprovante l'avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti o, in caso di decesso, il certificato di morte. Qualora tali certificazioni non siano subito disponibili, è possibile inviarle in seguito con una seconda raccomandata.

B. L'assicuratore

b1: se il danneggiato ha fornito tutti gli elementi indicati al precedente punto A:

- indica al danneggiato il numero di sinistro, la persona o l'ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità;
- mette a disposizione del danneggiato l'elenco delle carrozzerie e concessionarie convenzionate per il pagamento diretto;
- provvede all'accertamento dei danni, anche attraverso visita medico-legale cui il danneggiato, in caso di danni alla persona, è tenuto a sottoporsi;
- se il danno è risarcibile, comunica al danneggiato la somma offerta per il risarcimento;
- se il danno non risulta risarcibile, comunica al danneggiato i motivi per cui ritiene di non dover fare l'offerta.

Queste ultime comunicazioni sono effettuate, per legge:
• per i danni a cose entro 60 giorni dalla ricezione della raccomandata, oppure entro 30 giorni in caso di modulo firmato da entrambi i conducenti;
• per i danni alla persona entro 90 giorni dalla ricezione della documentazione completa.
NB: in caso di sinistro che abbia provocato sia danni a cose che lesioni personali o il decesso, le comunicazioni vengono effettuate nei diversi termini sopra indicati.

b2: se il danneggiato non ha fornito tutti gli elementi di cui al punto A:

- chiede la documentazione mancante entro 30 giorni dal ricevimento di quella incompleta;
- indica il numero di sinistro, la persona o l'ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità;
- mette a disposizione del danneggiato l'elenco delle carrozzerie e concessionarie convenzionate per il pagamento diretto.
Dal momento della ricezione della documentazione completa, troverà applicazione quanto riportato nel punto b1.

La nuova disciplina sul danno biologico (legge 57/2001).
Per semplificare ed uniformare il risarcimento delle lesioni personali permanenti di lieve entità (fino a 9 punti) la legge prevede specifiche tabelle che, sulla base della gravità della lesione e dell'età del danneggiato, permettono una facile quantificazione
del danno. Per le lesioni temporanee è invece previsto un importo di 36,15 Euro per ogni giorno di inabilità assoluta, percentualmente ridotto in caso di inabilità parziale. Il danno può inoltre essere ulteriormente risarcito tenuto conto delle condizioni soggettive del danneggiato.


C. Il danneggiato, una volta ricevuta l'offerta dall'assicuratore, può:

1. dichiarare di accettarla - in questo caso l'assicuratore deve provvedere al pagamento entro 15 giorni dal ricevimento della dichiarazione;

2. dichiarare di non accettarla - in questo caso l'assicuratore deve inviare egualmente la somma offerta entro 15 giorni dal ricevimento della dichiarazione; il danneggiato può incassarla senza che questo pregiudichi le sue pretese;

3. non rispondere all'offerta ricevuta - in questo caso l'assicuratore, dopo che sono trascorsi 30 giorni dalla comunicazione dell'offerta senza ricevere risposta, ha l'obbligo comunque, entro ulteriori 15 giorni, di inviare la somma offerta; il danneggiato può incassarla senza che questo pregiudichi le sue pretese.

Attenzione: la legge prevede che il diritto al risarcimento del danno si prescriva in 2 anni; ricordati quindi di chiedere il risarcimento non oltre 2 anni dalla data dell'incidente ed eventualmente di rinnovare la richiesta almeno ogni 2 anni, sempre con lettera raccomandata (possibilmente con ricevuta di ritorno).


Fonte: www.ania.it

Assicurazione-auto.info ed il suo contenuto sono di esclusiva proprietà degli autori. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione, compresa la grafica e il layout.