BUONO A SAPERSI ARCHIVIO ARTICOLI LEGGI e REGOLAMENTI SENTENZE LINK UTILI HOME
Percorso: Home > Leggi e Regolamenti > Collocamento di prodotti assicurativi tramite Internet > 4.9. Necessità della forma scritta

Collocamento di prodotti assicurativi tramite Internet

1. Attività assicurativa esercitata tramite Internet nel territorio della Repubblica Italiana.

2. Attività assicurativa esercitata all'estero, tramite Internet, da imprese con sede legale in Italia

3. Ambito di applicazione

4. Disciplina applicabile al collocamento di prodotti assicurativi tramite Internet nel territorio della Repubblica Italiana

4.1. Procedure di controllo interno

4.2. Identificazione dell'impresa e accertamento della sua abilitazione all'esercizio dell'attività assicurativa in Italia

4.3. Informativa precontrattuale

4.4. L'autenticità e la consegna delle condizioni di polizza

4.5 La certezza del momento di conclusione del contratto e di decorrenza della copertura assicurativa

4.6. La gestione successiva del contratto

4.7. Il diritto di recesso

4.8. Legge applicabile al contratto e autorità giudiziaria competente

4.9. Necessità della forma scritta

4.10. Adempimenti antiriciclaggio

5. Attività degli intermediari di assicurazione

5.1. Agenti di assicurazione

5.2. Mediatori di assicurazione.

Collocamento di prodotti assicurativi tramite Internet

4.9. Necessità della forma scritta

In base alla recente normativa in materia di documenti informatici (art. 15 della legge n. 59/97, D.P.R. 10 novembre 1997, n.513, decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 febbraio 1999), il documento informatico, da chiunque predisposto, sottoscritto con firma digitale soddisfa il requisito della forma scritta e ha l’efficacia probatoria della scrittura privata ai sensi dell’art. 2702 c.c.

Pertanto, quando la firma digitale diventerà effettivamente operativa, i documenti formati tramite l’utilizzo di tale firma sostituiranno, ai richiamati effetti di legge, i documenti cartacei.

In attesa di ciò, permane la necessità di forma scritta, di sottoscrizione e quindi di invio, nelle forme ordinarie, di alcuni documenti e dichiarazioni, tra cui:

- la polizza di assicurazione, comprensiva delle condizioni contrattuali e delle clausole di cui all’art. 1341 c.c., nonché ogni altro documento da sottoscrivere da parte dell’assicuratore (art. 1888 c.c.);
- le dichiarazioni rese dal contraente ai sensi degli artt. 1892-1893 c.c. relativamente alle circostanze del rischio oggetto dell’assicurazione;
- l’assenso del terzo sulla cui vita viene stipulato il contratto (art. 1919 c.c.);
- la dichiarazione del contraente di avere acquisito su carta o su altro supporto duraturo la nota informativa precontrattuale.

A mero titolo esemplificativo, si evidenzia che l’esigenza di sottoscrizione da parte del contraente e/o dell’assicurato potrebbe essere soddisfatta recependo tutte le dichiarazioni che necessitano di sottoscrizione nel documento di polizza da inviare in duplice copia al contraente, di cui una deve essere firmata e ritrasmessa alla società.

Si richiama l’attenzione delle imprese sulla necessità di escludere, nella predisposizione delle condizioni di polizza, clausole che presentino profili di abusività ai sensi della direttiva 93/13/CEE e degli artt. 1469 bis e ss. c.c., attuativi della medesima.

Si ricorda in proposito che l’eventuale specifica approvazione per iscritto da parte del consumatore delle clausole di cui sopra non è sufficiente a configurare la sussistenza di una trattativa individuale e ad escludere di conseguenza la vessatorietà delle clausole medesime.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Assicurazione-auto.info ed il suo contenuto sono di esclusiva proprietà degli autori. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione, compresa la grafica e il layout.